16 marzo 2020

Coronavirus


Modulo autodichiarazione per gli spostamenti_23 Marzo 2020

Domande frequenti emergenza Coronavirus

Posso spostarmi per lavoro? Anche in un altro comune? Sì, per lavoro è consentito, ma i datori di lavoro sono invitati a mettere in ferie le persone e a limitare l’attività a ciò che non è rimandabile. Sui luoghi di lavoro vanno prese tutte le precauzioni per evitare la diffusione del contagio. È preferibile munirsi di apposita autocertificazione, che potrà essere oggetto di controllo da parte delle forze dell’ordine, o di attestazione da parte del proprio datore di lavoro. Il modello dell’autocertificazione è disponibile sul sito, sull’APP e sui canali social del Comune di Osio Sotto.

⭕ È possibile spostarsi da un comune all’altro o all’interno del proprio comune? È possibile spostarsi esclusivamente per situazioni di necessità o per motivi di salute. Si raccomanda di limitare al minimo gli spostamenti e i contatti interpersonali.

⭕ Son fuori dalla Lombardia, posso rientrare? Si sono consentiti i rientri al proprio domicilio, residenza o dimora.

⭕ BAR e Ristoranti possono rimanere aperti? Si, con le persone sempre sedute e chiusura totale dalle ore 18 alle ore 6, mantenendo la distanza di un metro tra gli avventori.

⭕ PIZZERIE d'asporto possono aprire dopo le 18? Si, contingentando gli ingressi. Non ci si ferma né a mangiare né a bere.

⭕ ESTETISTE, PARRUCCHIERI, DENTISTI possono aprire? Siamo in attesa di una risposta a livello territoriale, perché si tratta di attività che evidentemente non possono mantenere una distanza di un metro fra la persona e l’operatore, ma SIAMO IN ATTESA DI CHIARIMENTI.

⭕ Posso andare a mangiare dai parenti? Se sono anziani, evitate. Non è uno spostamento necessario. La logica è di STARE IL PIÙ POSSIBILE NELLA PROPRIA CASA, per evitare che il possibile contagio si DIFFONDA. Nessuno di noi oggi è IMMUNE!

⭕ Posso uscire a fare una passeggiata con i bambini? Sì, preferibilmente in campagna, in posti dove non c’è assembramento e mantenendo sempre le distanze. Non è vietato uscire, ma è da evitare il radunarsi in gruppetti (non familiari, cioè non di persone che vivono già nella stessa abitazione) tutti insieme, anche all’interno di parchi pubblici.

⭕ Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti? Questa è una condizione di necessità. Ricordate però che sono le persone più a rischio, quindi cercate di proteggerle il più possibile.

⭕ Posso andare a fare la spesa in paese? Sì, è possibile, ma i TUTTI I COMMERCIANTI da oggi sono tenuti a stabilire un NUMERO MASSIMO DI PERSONE che può stare all'interno del NEGOZIO (sulla base della superficie). Gli altri devono passare in un secondo momento o aspettare fuori, mantenendo la distanza di un metro gli uni dagli altri.

⭕ I corrieri merci possono circolare? Si, possono circolare. Si ricorda, infine, che la circolare interpretativa del Ministero dell’Interno, nell’area di contenimento che comprende il nostro comune, prescrive di evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori in questione, nonché all’interno dei medesimi, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero spostamenti per motivi di salute.

Aggiornamento Coronavirus DPCM DEL 08.03.2020

AGGIORNAMENTO SITUAZIONE CORONAVIRUS - DPCM DEL 08.03.2020 - VALIDO FINO AL 3 APRILE Le misure sono in vigore da OGGI su TUTTO IL TERRITORIO DI REGIONE LOMBARDIA e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia!

🔴 evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio, nonché all’interno dello stesso, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio;

🔴 I soggetti con sintomatologia respiratoria e febbre maggiore di 37,5 devono rimanere al proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali;

🔴 Divieto assoluto di mobilità dalla propria dimora per i soggetti sottoposti a quarantena;

🔴 Sono sospese le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina. Restano consentiti allenamenti e competizioni sportive per atleti professionisti;

🔴 Si raccomanda ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere durante il periodo di efficacia del Decreto la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e ferie;

🔴 Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici;

🔴 Sono sospese tutte le manifestazioni, gli eventi in luogo pubblico e privato compresi quelli di carattere culturale, sportivo, religioso ecc.;

🔴 Sono sospese le attività didattiche e scuole di ogni ordine e grado;

🔴 L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone;

🔴 Sono sospese le cerimonie civili e religiose, compresi funerali e matrimoni;

🔴 Sono chiusi musei, biblioteche, luoghi della cultura;

🔴 Sospese le procedure concorsuali pubbliche e private;

🔴 Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00 con obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro;

🔴 Consentite le attività commerciali a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone;

🔴 Sono adottate in tutti i casi possibili, nello svolgimento delle riunioni, modalità di collegamento da remoto, con particolare riferimento a strutture sanitarie e socio-sanitarie;

🔴 Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali il gestore deve predisporre le condizioni per garantire la possibilità della distanza di sicurezza;

🔴 Sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri

DPCM DEL 11.03.2020

Questo Decreto contiene misure più restrittive che qui vi riassumiamo. Restano in vigore le norme pregresse se non espresse e/o variate dal presente. Il Decreto prevede:

⛔ Sospensione delle attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità. Sono ESCLUSE dal divieto, e quindi potranno rimanere aperte le attività di:

✔️Farmacie e parafarmacie

✔️Ipermercati, supermercati, discount, minimarket ed esercizi di vicinato specializzati di alimentari vari e surgelati

✔️Commercio al dettaglio in esercizi di attrezzature per le telecomunicazioni (codice ateco 47.4), elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici e illuminazione.

✔️ Tabaccai. Per bar tabacchi è possibile solo la parte di rivenditori di tabacchi. Si consiglia, ove possibile, l'utilizzo di distributori automatici.

✔️ Pompe di benzina e Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e riscaldamento

✔️Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

✔️Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari, profumeria, toletta, saponi, detersivi e lucidatura

✔️Edicole

✔️Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

✔️Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

✔️Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, televisione e corrispondenza

✔️Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

✔️Lavanderie e tintorie

⛔ Sospensione dei mercati se non per ambulanti per vendita di generi alimentari. Per tutte queste attività DEVE essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

⛔ Sospensione bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie

✔️Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio. NO ASPORTO.

✔️Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

⛔ Sospensione attività di parrucchieri, barbieri, estetisti

✔️ Garantiti nel rispetto delle norme igienico sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo e zootecnico TRASPORTO PUBBLICO La Regione Lombardia potrà disporre con apposito atto limitazioni al trasporto pubblico. ATTIVITÀ PRODUTTIVE In ordine alle attività produttive e alle attività professionali si raccomanda:

🔴 ATTUAZIONE del massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile (smart working)

🔴 INCENTIVAZIONE delle ferie e dei congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva

🔴 Si RACCOMANDA la sospensione delle attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione e l'adozione di strumenti di protezione individuale dove non sia possibile mantenere la distanza di 1m fra i lavoratori

🔴 Si raccomanda la limitazione degli spostamenti all’interno dei siti produttivi

torna all'inizio del contenuto